Vai al contenuto

Il nostro primo viaggio: il Prosecco

il prosecco da dove tutto parte

Il prosecco negli ultimi anni è entrato nelle nostre abitudini alimentari, purtroppo spesso ci troviamo a constatare che bere del buon prosecco non sia così ovvio. Nella maggioranza dei casi alla prima sorsata sentiamo in bocca, insieme alla CO2, un’acidità pari a quella dell’acido solforico usato per sturare i lavandini. Come è possibile che il gusto del prosecco sia cosi terribile, sebbene lo stesso sia tanto decantato?

Non è che facciamo qualche errore?Magari prendendo per buon prosecco delle bottiglie che i veneti chiamerebbero in modo dispregiativo? Per toglierci questi dubbi la NessunServizio è andata alla fonte, in questo caso alla botte, per dissetarci di sapienza.

colline processo


Abbiamo assaggiato varie tipologie di prosecco, vero, da quello col fondo, tipicamente destinato a un uso locale, al tranquillo, passando per le denominazioni ufficiali: dry, extra dry, millesimato, rosato, brut, per finire allo zero zuccheri chiamato anche extra brut… Voi conoscete le differenze tra queste etichette?

Da questa esperienza, che ci ha aperto un mondo di curiosità e conoscenza, abbiamo deciso che era ora di fare qualcosa di concreto. Con i bicchieri in mano, ci siamo resi conto che siamo circondati da proposte di servizi e consulenza inutili e noiosi!

Da qui il seme dell'idea di #NessunServizio, il punto zero dei servizi, esperienze e idee dal nostro punto di vista. Il prosecco ha aperto i nostri occhi e la nostra fantasia, raccontandoci proveremo a proporre anche a voi degli spunti su cui porre la vostra attenzione!

Stay tuned with #NessunServizio